Saltare la colazione? No grazie e scopri perché.

La pessima abitudine di saltare la colazione è controproducente sia per la salute, sia per coloro che seguono una dieta illudendosi di assumere meno calorie e perdere peso. L’ultimo pasto della giornata è la cena che consumi probabilmente in un’ arco di tempo che va dalle 19:30 alle 21. Questo significa che dalla cena della sera precedente fino al pranzo il tuo stomaco rimane vuoto per circa 13 – 16 ore.
Il risultato che ottieni saltando il primo pasto della giornata, il più importante, è che invece di dare all’organismo le sostanze e ovviamente anche le calorie di cui ha bisogno nel momento in cui servono per affrontare la giornata, il mattino, gliele fai assumere nel momento nel momento sbagliato.

1. Saltare la colazione ti fa perdere muscolo e non solo grasso

Mentre la notte dormi le riserve di glicogeno vengono usate in modo parziale per mantenere la glicemia costante.
Se tu salti la colazione e a maggior ragione se sei a dieta, costringi il tuo corpo a esaurire le scorte di glicogeno nel corso della mattinata. Il risultato è che verranno utilizzati i muscoli come substrato per la generazione del glucosio di cui hai bisogno e il rovescio della medaglia è che, saltando la colazione, perderai non solo grasso ma anche muscoli.

Se volessimo fare un esempio hai presente quando hai poca benzina nell’auto e si accende un pallino arancio? Significa che stai attingendo alla riserva e che se non fai il pieno rimani per strada. Ma tu partiresti per un viaggio che dura una giornata senza fare il pieno prima di partire?Non credo perché sai bene che stai mettendo a rischio il tuo viaggio.

In modo simile non facendo colazione metti a rischio il viaggio della tua giornata.

2. Saltare la colazione influisce negativamente sulla dieta.

Come ho scritto nella parte introduttiva, saltare la colazione significa far stare lo stomaco a vuoto per molte ore dalla sera precedente. Poi arriva il momento in cui come dice uno slogan pubblicitario “non ci vedo più dalla fame”, a quel punto potresti non vedere più se quello che ti stai mettendo in bocca in preda al raptus mangereccio è consono dal punto di vista calorico al tuo obbiettivo di perdere peso.

Così se pensavi di aver risparmiato calorie evadendo la colazione, ti ritrovi ad assumerne molte di più e con cibi di pessima qualità che non ti danno l’apporto nutrizionale di cui hai bisogno per mantenere uno stato di salute ottimale.

3. Saltare la colazione significa non avere energia.

Ho conosciuto un uomo saggio arrivato all’età di 90 anni in splendida forma e quando gli chiesi quale era il segreto della suo stato di salute mi disse:

“l’energia riproduce energia”

Questo è valido sia dal punto di vista dell’attività fisica per cui ti senti meglio dopo aver fatto uno sforzo magari una corsa, o una nuotata in piscina anche se non ti andava, che dal punto di vista dell’energia alimentare che ti viene fornita attraverso una corretta alimentazione, che passa anche attraverso la colazione.

Se dopo una nottata di digiuno al tuo corpo non dai il carburante con i giusti nutrienti, non stai mettendo il tuo corpo in condizione di ricevere l’energia di cui ha bisogno e che permette a tutte le funzioni metaboliche di accendersi (come un motore), di partire con il giusto slancio e poi di continuare a funzionare in maniera ottimale, per il resto della giornata. Affinché tu possa produrre l’energia che ti permette di affrontare i tuoi impegni devi dare energia al tuo corpo e non saltare la colazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Puoi commentarlo e condividerlo!

 

 

 

 

 

Tag: , , , ,

Condividi questo post con il mondo!

 

© Copyright 2015 – Dietista Franca Graziella Guarnera – Via Bucarest n°10 Aprilia (Lt) – Tel: 347 303 9045 – email: dietistaguarnera@virgilio.it